Solo due coppie di treni AV passeranno da Porta Susa

by Pendolando on November 25, 2009

Da Libero News scopriamo quali sono i termini dell’ultima proposta di Moretti a Chiamparino e Bresso rispetto ai nuovi orari invernali dei treni .

Torino, 24 nov. – (Adnkronos) – Fermata a Porta Susa per due coppie di treni ad alta velocita’ Frecciarossa, quelli attualmente previsti in partenza da Torino Porta Nuova alle 6.40 e alle 7.40 e in arrivo nella medesima stazione alle 13.50 e alle 18.15, e attivazione ‘a mercato’ di un’ulteriore coppia di treni Intercity con orari di partenza da Torino intorno alle 12 e da Milano intorno alle 9 con fermate intermedie a Vercelli e Novara

In base a questa proposta, non è prevista alcuna alternativa utile agli attuali treni AV delle 17.43 – 18.43 – 19.13 disponibili da Milano verso Torino.

Con gli orari del ritorno, nella fascia di punta del rientro dopo-ufficio, siamo messi malissimo rispetto agli orari in vigore !!

Se finisce così, volendo essere ottimisti, siamo solo a metà dell’opera.

Related posts:

  1. Petizione ripristino fermata Porta Susa per il Frecciarossa 9554
  2. Ripristinata la fermata Alta Velocità di Porta Susa!
  3. La Lunga Coda (long tail) di Torino Porta Susa
  4. Porta Susa – la stazione sotterranea prende vita

{ 23 comments… read them below or add one }

roby December 1, 2009 at 8:49 am

Buongiorno, serve un esponente del sito pendolando .it, che domani vada in Prefettura di Torino per l’incontro con il Sottosegretario ai Trasporti e che in maniera chiara e concisa, faccia da portavoce delle nostre richieste e soluzioni AV.Io domani purtroppo per impegni di lavoro inderogabili nn potro’ andare, e’ importante in quanto ci saranno tutti gli esponenti dei comitati pendolari della linea TO Mi.
Nel caso vi fosse un volontario, chiamatemi al 3313702247.Chi e’ iscritto al gruppo di face book faccia girare la mail.
Saluti, Roberto Rombola’

Reply

roby November 30, 2009 at 12:25 pm

per elleci
io sn assolutamente concorde all’idea dell’ Av staffetta To Milano Centrale ogni ora(ho solo fatto notare che Trenitalia vuole la moglie ubriaca e la botte piena) , la potresti proporre come richiesta ufficiale oggi in radio oltre al rafforzamento degli Av negli orari di punta…….

Reply

elleci November 29, 2009 at 12:20 am

roby, tu dici che aggiungere treni AV ha un costo. Secondo me però Trenitalia incasserebbe molto più di tale costo. A patto ovviamente che il servizio fosse frequente (almeno ogni ora dalle 7 alle 23, più rinforzi nelle ore di punta ed in aggiunta ai TO-RM già annunciati) e con le fermate richieste dai passeggeri (Porta Susa e Centrale per i MI-TO, Porta Nuova, Porta Susa, Rho-Fiera per i TO-RM).

Reply

roby November 28, 2009 at 9:39 am

l’idea di un treno staffetta To Mi Centrale nn e’ male , come del resto accade adesso cn i regionali, arrivati a Centrale lo stesso treno riparte per Torino, tuttavia tutto cio’ ha un costo….(personale di bordo etc) comunque lo potremmo proporre al prossimo “eventuale” incontro con Bresso/ Chiamparino

Reply

roby November 27, 2009 at 10:56 am

vedo che molti stanno facendo l’abbonamento…………bella protesta ….lasciamo che trenitalia si faccia espressamente i fatti suoi ai danni dei suoi clienti, che mensilmenmte gli consegnano 218 euro per viaggiare come dice lei….non lamentiamoci pero’ perchè mandare 2 righe ai giornali, nn vuol dire protestare……bisognava sbattersi un po di più per ottenere qualche risultato….

Reply

elleci November 27, 2009 at 1:34 am

Incredibile: sul sito di Trenitalia sembrerebbe che i biglietti – a trariffa base di seconda classe – da/per Porta Susa costino 22 euro, contro i 31 da/per Porta Nuova. Sarà un errore? Oppure la prova che abbiamo a che fare con dei pazzi?

Reply

elleci November 27, 2009 at 1:26 am

Hanno aggiornato gli orari sul sito di Trenitalia per aggiungere la fermata di Porta Susa a 4 treni. Come previsto, e a differenza delle scemenze scritte da Moretti nella lettera a Chiamparino, la fermata non allunga i tempi dei treni da/per Centrale, e aggiunge ben 3 minuti a quelli da/per Garibaldi.

I tempi sono: PS>Cle 50; PS>Gar 45; Gar>PS 44; Cle>PS 51.

Resta il mistero del perchè non facciano fermare gli altri 10 treni (4 dei quali sono da/per Centrale e quindi non richiederebbero neanche un minuto in più di percorrenza), dato che così facendo potrebbero sicuramente vendere più biglietti.

Reply

Roberto-Admin November 27, 2009 at 7:58 am

Io però ancora non vedo gli orari dei treni NON Frecciarossa, nessuna traccia di regionali e intercity tra torino e milano dopo il 13 dicembre.

Lo fanno per incentivare gli acquisti degli AV ? :-)

vale November 26, 2009 at 11:02 am

ovviamente spero per gli altri che iniziano (e quindi finiscono) + tardi che anche i treni successivi fermino a porta sua, ma spero tuttavia che non cambino di nuovo le cose, togliendo la fermata di psusa per quello che parte da milano alle 1715, xè a me e ad altir invece proprio quello sarebbe perfetto.

Reply

vale November 26, 2009 at 10:58 am

in realtàper chi come me (e ce ne son tanti che pendolano..), lavorando in un ufficio pubblico, partirebbe alle 640 da torino x essere alle 8 in ufficio (xè non tutti, purtroppo, inziano alle 9 a lavorare….) e uscire alle 1630 – facendo le sue 8, 8 ore e mezza di lavoro- è ottima cosa che quello delle 1715 (anzichè quello dopo) fermi a porta susa..

Reply

claudio November 25, 2009 at 7:51 pm

Parlo esclusivamente per me:
l’ideale sarebbe 18.30 – 19.30 – 20.30 (o mantenere quello previsto alle 20.58)
Che tristezza.. parlare di un treno all’ora contro frequenze nelle ore di punta di 30 minuti sulla Napoli-Roma e di 15 minuti sulla Milano-Roma…

Reply

roby November 25, 2009 at 5:52 pm

per il ritorno si potrebbe proporre uno alle 18 e 30 e l’altro mezz’ora dopo.

Reply

claudio November 25, 2009 at 5:27 pm

Il commento qui sotto era ovviamente in risposta a quello di roby, che ringrazio ancora per i suoi sforzi.

Reply

claudio November 25, 2009 at 5:25 pm

Mi sembra un’ottima soluzione quella di anticipare il treno delle 8.40, anche solo di mezz’ora..
Tuttavia vorrei far notare che se si volesse proporre di anticipare anche quello delle 18.58 (forse sbaglio di alcuni minuti l’orario esatto) si creerebbe una situazione tragica per chi come me ha orari di lavoro molto flessibili (ossia almeno un’ora di straordinari al giorno).
Il buco che si verrebbe a creare fino alle 20.58 sarebbe ancora peggiore dell’attuale.
Una distanza di più di un’ora al ritorno tra un treno e l’altra è una cosa criminale: se per sbaglio qualcuno dovesse perdere per un paio di minuti il treno giusto dovrebbe spostarsi in metropolitana fino alla stazione Centrale, pagare un biglietto regionale e impiegare in tutto circa 3 ore per arrivare casa.

Reply

fedeb November 25, 2009 at 3:48 pm

Ho appena postato il seguente messaggio a Chiamparino, Bresso, assessori, …

Oggetto : Topo Gigio o scherzi a parte?

Buongiorno sig. Sindaco,
sono un cittadino torinese, che per lavoro viaggia quotidianamente a Milano e rientra in serata (come me ci sono numerose persone).

Abbiamo letto questa mattina sui giornali del ripristino della fermata di Torino Porta Susa per due coppie di treni ad alta velocità. Sembrerebbe una risposta alle nostre proteste dei giorni scorsi, ma non lo è affatto.

Inanzitutto il “problema Porta Susa” non è risolto. I treni che fermano a p.ta Susa sono solo quelli di andata (a meno che non si considerano utili per chi lavora cnhe i due treni che partono da Milano alle 13 ed alle 17). I due di ritorno (18.58 e 20.58) non vengono considerati.

Resta però completamente aperta la questione del numero dei treni. L’offerta ad alta velocità tra Torino e Milano, le due città del nord sempre più vicine, destinate a diventare un’unica grande metropoli, con continui scambi economici, finanziari e culturali, è di solo 7 coppie di treni al giorno, con orari, soprattutto al ritorno, assolutamente incomprensibili. Ho notato che la tratta ad alta velocità proporrà 36 coppie di treni al giorno per i collegamenti Milano – Roma (sono 72 corse!) e mi pare sensato, anche in relazione all’importanza della sfida treno – aereo.
Ho però anche saputo (fonte sito Trenitalia) che i collegamenti tra Napoli e Roma saranno garantiti da ben 20 coppie di treni al giorno (sono 40 treni!!!).

A questo punto mi pare che qualcuno stia prendendo in giro, non solo noi pendolari, ma anche tutto il sistema economico e culturale di Torino e del Piemonte. La domanda è sempre la solita e forse fin troppo demagogica: “ma i soldi dei contribuenti piemontesi non sono stati utilizzati per la costruzione del “sistema alta-velocità”?

Si può capire a questo punto il senso dell’oggetto della mia lettera. Non è chiaro se Trenitalia abbia assunto un ipotetico Topo Gigio per costruire gli orari ferroviari, o ci stia prendendo in giro tutti, e quindi ci aspettiamo prima o poi il cartello con scritto “scherzi a parte”.

Visto che ragionevolmente nessuna delle due ipotesi sarà quella effettiva, ritengo che le iniziative di protesta già intraprese la scorsa settimana da parte delle istituzioni locali non debbano interrompersi, ma continuare per tutelare l’interesse della nostra città e della nostra regione.

Spero vivamente quindi che Lei e le altre Istituzioni possano ottenere delle modifiche sostanziali alle decisioni fin qui adottate.

Cordiali saluti.

Reply

Damiano November 25, 2009 at 3:19 pm

Buongiorno a tutti!
Ci sono novità invece per chi pensola da Milano a Torino?
Non mi sono chiare le fermate… e poi quel buco dalle 18.00 alle 20.30!!!!

Reply

roby November 25, 2009 at 1:59 pm

Buongiorno a tutti, in considerazione degli ultimi e ridicoli sviluppi ….2
treni su sette che fermeranno a P.S. e nessuna voglia di aggiungere coppie di
treni in modo strategico……si sta cercando di fissare un incontro con
Chiamparino / Bresso in modo da delucidarli sugli effettivi problemi e
risoluzioni circa il nuovo orario AV invernale……..basterebbe anticipare di
40 minuti l’Av delle 8 e 40 ( idem per il ritorno) e aggiungere un AV per
Milano intorno alle 12 e 30 13 ed uno da Milano intorno alle 14 e 30……..
ovviamente tutti dovrebbero fermare a To P:S. senza distinzione……….si
accettano conoscenze da parte di tutti voi al fine di accellerare tale
incontro, che dovrà aver luogo entro e nn oltre il 4 Dicembre.

Reply

roby November 25, 2009 at 10:34 am

come si fa a pensare a un’ offerta Av seria ….con un buco attuale di 6 ore tra le 8 e 40 e le 14 e 40???????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????e cn 7 treni in tutto il giorno….un miliardo a treno per un totale di 7 miliardi di euro…………….Costo realizzazione tracciato AV TO MI…che vergogna…………………..

Reply

roby November 25, 2009 at 10:32 am

silvio, le vostre richieste rispecchiano solo le esigenze dei pendolari nn turnisti……orario d’ufficio 9 /18….nn esistete solo voi esistono anche i turnisti……che alternano mattino e pomeriggio ……quindi devono mettere un AV alle 12/13 per milano e ripristinare l’AV da Milano Centrale per Torino delle 14.43….ieri quest’ultimo treno era pieno…….
Questa potrebbe essere la treza richiesta…..
Ma chi ha stabilito le soppressioni, un idiota senza senso.

Reply

Silvio November 25, 2009 at 10:27 am

Penso che se vogliamo individuare una richiesta comune minima per cessare le proteste, questa potrebbe essere :
1) Fermata a PS anche per il FR in partenza da MI alle 18,58
2) Inserimento di un nuovo FR in partenza da MI in un orario tra le 18,15 e le 18,30 con fermata ovviamente a PS.
Per il punto 1, se si tratta di mettere la cosa come uno scambio, penso che la fermata a PS alle 13,50 la possano pure annullare.
Cosa ne dite ?

Reply

roby November 25, 2009 at 10:16 am

ieri Borioli, intervistato su rai tre regionale serale ha affermato che per nn penalizzare Torino, rispetto alle altre città AV , Trenitalia dovrebbe assicurare un Frecciarossa all’ora sulla TO MI …mi sembra una previsione troppo ottimistica, tuttavia bisogna continuare a battere per aumentare le corse…..dobbiamo ottenere almeno altre 4 coppie di treni…….

Reply

Edoardo November 25, 2009 at 10:11 am

Ma vogliamo continuare a farci prendere in giro?

Reply

fedeb November 25, 2009 at 9:47 am

Ma chi hanno messo a fare gli orari? Topo Gigio?
Ma come si fa a pensare che i treni che partono alle 13 ed alle 17 siano quelli utili per chi lavora??????
Concordo. Siamo a metà dell’opera. Riparto a scrivere a Comune e Regione.

Reply

Leave a Comment

{ 1 trackback }

Previous post:

Next post: