Treni per Milano paralizzati da guasto a Certosa

by Pendolando on March 11, 2010

Alle 8.05  di questa mattina il tabellone partenze dei treni da Torino Porta nuova si presentava così

Presagita la gravità della situazione, ho fatto dietro front sapendo che avrei passato mezza giornata come minimo sui treni. Opzione Telelavoro!

La situazione, scopro poi, è degenerata progressivamente nel tempo, per cui i ritardi sono passati a ’60, ’90, ‘120 fino alla soppressione di parecchi dei treni diretti a Milano (AV e non).

La causa di questa paralisi? Un guasto alla stazione di Milano Certosa. Stando a quanto FS riferisce

Il guasto tecnico è da addebitare ad un tentativo di furto di alcune trecce di rame. Il tentativo di furto avrebbe mandato in tilt una centralina rallentando, così, la circolazione dei convogli utilizzati dai pendolari.

Proprio ieri mattina leggevo su metro di un rumeno morto folgorato mentre cercava di rubare del rame in una stazione…chissà se c’è qualche collegamento tra questi eventi…?

No related posts.

{ 11 comments… read them below or add one }

Makis March 12, 2010 at 7:47 am

Le assurdità a “difesa dei consumatori” leggete http://www.helpconsumatori.it/news.php?id=26880
Conciliazione ?
Ma se viaggio con l’abbonamento scaduto da mezz’ora cosa succede ?
Se dimentico di “obliterare” e sono onesto scrivendo a penna l’orario di salita sul treno, cosa accade ?
Se il riscaldamento, le porte, i ritardi, la sporcizia, la maleducazione del personale Trenitalia, la soppressione dei treni, la mancaza di posti a sedere ecc… cosa succede ?
Se dimentico l’abbonamento ma l’ho acquistato elettronicamente e posso portarlo a visionare in stazione il giorno dopo cosa succede ?
SI STA’ MUTI E SI SUBISCE E SI PAGA ISTANTANEAMENTE … ecco cosa succede.
E l’associazione consumatori/ipersovvenzionati cosa fa ? La conciliazione a tempi secolari con tanto di valuzione e di esame della domanda !!!! MA SIETE FUORI !!!!
E’ come se non si facesse il biglietto, ovvero salire a scrocco, e proporre al capotreno di valutare le motivazioni per cui ero impossibilitato a pagare e presentare un “reclamo” al mio domicilio, se poi io non mi interesso per 60 giorni della cosa, il capotreno ha la possibilità di rivolrgersi ad un ente “conciliatore” affinchè si possa valutare l’entità del danno per poi eventualmente riparare con una mia offerta !… Pazzesco !
Perchè si permette a tutti di prenderci in giro !
Se non pago il biglietto = multa (giusto)
Se il treno ritarda oltre il termine pattuito (60 min. da truffa ma è così) = rimborso immediato in qualsiasi biglietteria
Se il treno fà schifo = segnalazione ad un controllo esterno con poteri veri, dopo una quantità industriale di segnalazioni multe salate a Trenitalia
Ammesso e concesso che sia vero il furto del rame da Certosa quindi Trenitalia non rimborsa nulla perchè “cause indipendenti da Trenitalia” , pensate se lasciate l’auto dal meccanico e nella notte la rubano, chi ne risponde della custodia ? sicuramente non il proprietario dell’auto che la affidata al meccanico !
IN PRATICA sempre sudditi di un sistema MALATO e LADRO

Reply

Varkell March 12, 2010 at 10:52 am

Hai perfettamente ragione, ma ti ricordo che il principale azionista di Trenitalia è lo Stato, di conseguenza funziona come per le tasse: prova a non pagarle nelle scadenze giuste e vedi cosa ti capita; se invece paghi di + il rimboro avviene in “n” anni da detrarre dalle prossime dichiarazioni dei redditi…
L’unica è sperare veramente che la gara della Regione Piemonte per il trasporto regionale vada a buon fine (io ne dubito, scommetto che Truffitalia parteciperà e vincerà la gara…) e poi troveremo tutti i dipendenti di Truffitalia piemonte a spasso che protesteranno per essere stati lasciati a casa… A quel punto avremo la nostra rivincita su tutti quei controllori e personale maleducato che per anni ci ha trattati a pesci in faccia perchè tanto c’era il monopolio… Per citare il film “Il Gladiatore”: “avremo la nostra vendetta, in questa vita o nell’altra!” – e conoscendo la nostra nazione e TI propendo per “l’altra vita”, in questa non cè speranza… 😉

Makis March 11, 2010 at 7:59 pm

Se il lobotomizzato di AD delle ferrovie delle banane fa ancora dichiarazioni irrispettose per quelli che sono i suoi clienti e che gli permettono (penso ancora per poco) di “non” essere lui stesso un utente della azienda che amministra (macchina blu con tanto di autista con ali estraibili per quando il traffico si fa sentire) dichiarando che “tanto i pendolari si lamenteranno sempre” prima o poi qualche esaltato lo trova e magari non si presenterà con la statuina del Duomo di Milano ! Questa mattina ho fatto il biglietto pieno AV 9607 partito da Porta Susa alle 6.47 (di Milano Certosa si sapeva già alle 6.30) per poter arrivare prima per un colloquio di lavoro che ovviamente ho perso, con tanto di .. “poteva usare l’auto per una cosa così importante, mi dispiace ma preferiamo una persona più vicina a noi, ci abbiamo pensato questa mattina”.
Insomma ho perso un’opportunità importante per me, in stazione a Milano mi hanno detto che per il rimborso non si sa nulla e come se non bastasse il capotreno mi viene pure a dire che non dipende da Trenitalia con tono strafottente ! SI AVVISANO LE PERSONE DI QUELLO CHE ACCADE IN TEMPO ! Non è un servizio ma solo e semplicemente buona creanza ! Sicuramente c’è del personale in Trenitalia che è professionale ed educato, il 5 %, perchè tutto il rimanente 95% si comporto nei vari livelli proprio come Moretti !!! Proprio vero che il pesce puzza dalla testa !!!
Scusate … ma dovevo sfogarmi !!!

Reply

Samuele March 11, 2010 at 6:01 pm

il paradosso è che il 9607 delle 6.37 è rimasto fermo per circa un’ora sul binario a 50 metri dalla banchina della stazione di rho fiera…quando spunta il capotreno o sua assistente: “mi è venuta un’idea! Chiediamo autorizzazione ad arrivare fino alla stazione cosi potete scendere e prendere la metro!” PENSARCI UN’ORA PRIMA?? Ovviamente in molti abbiamo cercato il personale di bordo per proporlo (ieri siamo rimasti fermi mezz’ora circa esattamente sullo stesso punto per “guasto a un deviatore” -un fiocco di neve aveva forse bloccato lo scambio- quindi eravamo al corrente della vicinanza della stazione di rho…il che ci rendeva ancor più prigionieri!) ma io non ho trovato nessuno (voi sapete dove si nascondono?forse nel banco frigo del bar a bere carpené malvolti?). Risultato: ho raggiunto famagosta alle 9.40 e tra poco si riparte..

Reply

Lorenzo March 11, 2010 at 4:09 pm

da repubblica…”Le Ferrovie dello Stato hanno sporto denuncia contro ignoti”…

Reply

Varkell March 11, 2010 at 1:03 pm

Odissea sul regionale 2005 stamattina!!! A novara siamo fermi oltre 45 minuti, quando ci dicono di prendere le Nord! Da buon pendolare con 4 anni di servizio, resto sul regionale che infatti dopo che parecchia gente è corsa a prendere le Nord è ripartito… Ovviamente sosta a Magenta (altra mezz’ora!) in cui annunciano autobus sostitutivo per Rho fiera! Certo!!! 1 Autobus per 11 carrozze… forse se mi attacco allo specchietto retrovisore!!! Imperterrito resto sul mio regionale ancorato al posto a sedere (anche se al freddo…riscaldamento guasto!); dopo che qualche pendolare con scarsa esperienza si è avviato verso l’autobus, il treno ovviamente riaparte!!!! Nuova sosta a Vittuone!!! (cosa non fa Trenotalia pepr farci scoprire i luoghi sconosciuti della Padania..); a Vittuone altra sosta di 30 minuti, altro annuncio di autobus per rho fiera e annuncio che causa “avverse condizioni meteo” (GIURO!!!) i treni avrebbero subito ritardi!!! Alla fine si riparte con fermata a Certosa, dove vediamo dei figuranti inb tenuta da lavoro che stanno parlottando e a nostra domanda sulla natura del fantomatico problema, rispondono che hanno tagliato i fili!!! Dopo ben 2 soste a Certosa (con una ripartenza di 4 metri) arriviamo finalmente a Centrale con 2 ore esatte di ritardo (anche se viaggiatreno parla di 119 minuti!!); adesso vediamo se qualche meteorite mette le cose a posto per stasera… e domani , come se non bastasse, pure lo SCIOPERO!!!! Grazie Trenitalia!!!

Reply

Gianni March 11, 2010 at 1:46 pm

Non farmi pensare a questa sera…… :-) Sarà un disastro…

azzurropillin March 11, 2010 at 12:42 pm

il 699 è arrivato a milano garibaldi con 135 minuti di ritardo (ho letto molto…)

Reply

paola March 11, 2010 at 12:20 pm

Io, invece, ero “prigioniera” sul 9607 delle 6.37, che è partito regolarmente e si è poi bloccato prima di Milano Rho Fiera. Dopo vari annunci di ritardo “causa guasto apparato di stazione MI Certosa”, alle 8.37 veniamo informati che, solo per oggi e in via del tutto eccezionale, il treno fermerà (e in effetti così avviene) a Rho Fiera, per consentire ai passeggeri diretti a MI di utilizzare la metropolitana. Arrivata in ufficio alle 9.20, vado su Viaggiatreno e scopro la seguente info: “6.31 la circolazione è interrotta ambito stazione MI Certosa per intervento tecnico etc. etc.”. Il 9607, dunque, è stato fatto partire già conoscendo la situazione di Certosa e senza informare i passaggerri del possibile ritardo in cui sarebbero incorsi. Ho riverificato (da poco) su Viaggiatreno e, guarda caso, il messaggio di stamane è scomparso, sostituito da un altro in cui si afferma che, a partire dalle ore 9.00, la circolazione è rallentata etc. etc.. Complimenti al customer care….!!

Reply

Stefano March 11, 2010 at 11:45 am

A Milano Centrale stesso caos; quasi paradossale quanto capitato al 9500 (partenza prevista alle ore 8 per Torino), il treno è partito alle 9:10 con l’annuncio che avrebbe percorso la tratta Milano-Voghera-Alessandria-Torino, appena lasciata la stazione il capotreno ha comunicato che il treno avrebbe percorso la tratta av MIlano-Torino…risultato: il treno ha percorso la linea “storica” fino a Novara per poi immettersi, come fino a qualche mese fa, sulla linea av…quindi di due annunci non uno attendibile! Arrivo a Torino ore 10:40…

Reply

Lorenzo March 11, 2010 at 11:26 am

Piovono rame…

Reply

Leave a Comment

Previous post:

Next post: