Porta Susa chiusa per “vapori” i primi di Settembre

by EleNicchia on August 27, 2010

E’ di ieri la notizia dell’imminente chiusura della stazione di Porta Susa per accertamenti sulla salute dei viaggiatori, compromessa dall’ inquinamento provocato dai treni a gasolio. Il tgr3 ha infatti annunciato che il 1 settembre la stazione sarà chiusa per “vapori”. Ci sembra un ottimo modo di inaugurare il faticoso rientro dalle vacanze dei pendolari ToMilanesi.

L’ Arpa ha rilevato preoccupanti valori di inquinamento dell’aria in stazione, quattro volte maggiori rispetto ai dati riscontrati in superficie.  Il procuratore Raffaele Guariniello ha aperto un’ indagine sulla questione.

Dopo il mistero della galleria di Porta Susa, a proposito della quale Tremonti ebbe a dire che sarebbe nemmeno dovuta essere inaugurata perchè fuori norma, una nuova piaga d’Egitto flagella dunque la nuova stazione.
Fortuna che Guariniello indaga e speriamo che tali indagini possano scongiurare brutte soprese.
Se dopo la pausa settembrina Trenitalia procedesse alla sostituzione dei locomotori diesel con altri meno letali, non sarebbe davvero malaccio!
Teniamo poi a mente che le quattro gallerie ferroviarie torinesi sono ancora sprovviste di infrastrutture e piani antincendio, bisognerà chiedere conto anche di questo per evitare il ripetersi di casi simili a quelli di Viareggio. Per non parlare dell’ indagine sugli appalti truccati e delle tremende intercettazioni emerse, che gettano una luce sinistra sulla traquillità, se non di arrivare in orario, almeno di arrivare vivi a destinazione.

Related posts:

  1. Muri di Porta Susa in odore di ‘ndrangheta
  2. La Lunga Coda (long tail) di Torino Porta Susa
  3. Porta Susa – la stazione sotterranea prende vita
  4. Ripristinata la fermata Alta Velocità di Porta Susa!

{ 5 comments… read them below or add one }

Giu September 2, 2010 at 8:47 pm

Come preannunciava q.uno, sembra che sia qualche lieve novità di orari a partire dal 13 Settembre.
In pratica è stata aggiunta ai vari TO-RM-TO (quindi i 955x) la fermata di MI Rogoredo, percui da Torino questi treni partono 3 minuti prima (il 9553 alle 7:34 da PN) e arrivano a P.G. al minuto 31 (almeno dovrebbero!). Al ritorno il 9554 parte alle 18:59.
Le novità più sostanziali sono che è stata aggiunta una coppia AV MI-TO-MI, da Milano alle 7:10 e da TO alle 15:47 (non sto a sindacare sull’utilità di quest’ultimo) entrambi su Centrale.
Inoltre gli IC delle 6:05 e 7:05 sono sostituiti da ES Frecciabianca e sono dei TO-Venezia (ritorno da C.le 18:10 e 21:10).

Reply

Andrea September 3, 2010 at 10:18 am

Il frecciarossa Torino-Firenze in partenza alle 19 da Torino PN viene anticipato di 5 minuti e limitato a Milano Centrale; gli utenti diretti a Bologna e Firenze SMN trasbordano sul frecciarossa proveniente da Malpensa…

elenicchia August 31, 2010 at 6:59 pm

Qui http://stradafacendo.tgcom.it/wpmu/2010/08/30/torino-rinviati-i-test-a-porta-susa-contro-i-treni-piu-inquinanti/ ho trovato un’informazione diversa “È stato rinviato alla seconda metà di settembre il test nella nuova stazione sotterranea di Porta Susa, a Torino”. Anche qui http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/cronaca/articolo/lstp/307832/ confermano ”
La partita – come richiesto dalla Regione nella persona dell’assessore ai Trasporti Barbara Bonino, con lettera inoltrata martedì sera – ora sarà rimandata alla seconda metà di settembre. Confermate soltanto le simulazioni previste lunedì 30 e martedì 31: quelle non impattanti, che cioè non impongono la soppressione della fermata a Porta Susa. Le altre, quando ci saranno, riguarderanno la giornata del sabato, in condizioni di minore traffico e, particolare non trascurabile, senza entrare in rotta di collisione con la riapertura delle scuole. “

Reply

Andrea Santoro August 31, 2010 at 6:19 pm

Mamma mia in che mani siamo…

Reply

Varkell August 31, 2010 at 5:24 pm

Ho un paio di dubbi:
1) ma la stazione viene CHIUSA? L’articolo parlava soltanto del fatto che i convogli a trazione Diesel (D445 e Minuetto Diesel appunto) non fermeranno a Porta Susa… Adesso viene fuori che domani la stazione sarebbe chiusa?
2) purtroppo non ci sono reali alternative ferroviarie ai locomotori diesel che vengono utilizzati appunto ove non sia predisposta la linea aerea (cioè la linea di alta tensione che permette alle locomotive elettriche di ricevere corrente e quindi funzionare); quando la linea aerea non c’è si utilizzano i locomotori diesel!(una volta si usavano le loco a vapore, ma credo che sarebbe peggio, no???) Per questo l’unica alternativa possibile sarebbe quella di far girare questi convogli con trazione elettrica finchè c’è la linea aerea e poi sostituire il locomotore elettrico con uno diesel all’ultima stazione elterrificata. Questo porterebbe a un allungamento notevole del tempo di percorrenza per il cambio del locomotore. Per non parlare della bella alternativa che piace tanto a Trenitalia in questi casi: il famigerato AUTOBUS sostitutivo (cioè 1 autobus per un treno!!!!) e buona fortuna! :(

Reply

Leave a Comment

{ 1 trackback }

Previous post:

Next post: